Con il nuovo CAD (Dlgs 7 marzo 2005, N. 82) atteso per luglio 2016, vengono introdotte numerose novità quali ad esempio:

  • viene estesa l’applicazione del Codice anche alle società di diritto privato a controllo pubblico;
  • viene espressa la linea guida “digital first”, ovvero introduzione del principio “innanzitutto digitale” anche in relazione al procedimento amministrativo;
  • amplia i diritti di cittadinanza digitale; diritto per ogni cittadino al domicilio digitale, a cui si accede anche con pin unico in collegamento con l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente;
  • introduce l’obbligo, per le pubbliche amministrazioni e le società a controllo pubblico, di accettare pagamenti attraverso i servizi di pagamento elettronici, ivi incluso l’utilizzo, per i micro pagamenti, del credito telefonico;
  • rafforza il quadro sanzionatorio alle amministrazioni e delle azioni a disposizione degli interessati per l’ipotesi di violazione dei diritti di cittadinanza digitale;
  • …….

In sostanza, si rinnova -nuovamente, il quadro normativo in materia di amministrazione digitale definito in precedenza, aggiornando le regole di riferimento rispetto a un panorama in evoluzione non soltanto di natura tecnologica, ma anche per recepire le direttive europee.

Aldilà del necessario aggiornamento del Codice, non vanno dimenticate (e attuate) le regole tecniche emanate negli ultimi anni unitamente alla riforma delle PPAA del 2015:

  • DPCM del 3 dicembre 2013
    (regole tecniche in materia di conservazione)
  • DPCM del 3 dicembre 2013
    (Protocollo Informatico)
  • DPCM del 13 novembre 2014
    (Regole tecniche in materia di gestione e conservazione dei documenti informatici delle PPAA)
  • Legge 7 agosto 2015 n.124
    (Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche)

scadenze CAD

L’attuazione della Riforma presso ciascuna amministrazione non può che essere realizzata attraverso un progetto di cambiamento che partendo dal CAD e dalle retive Regole Tecniche definisca quali cambiamenti di carattere organizzativo, culturale e tecnologici devono essere effettuati.

A tale scopo, Arancia-ICT ha creato un team multi-disciplinare composto da avvocati, esperti in pubblica amministrazione, commercialisti e informatici.

Il CAD-Team di Arancia-ICT si offre di:CAD Team Finconcept_OS

  • fornire consulenza e supporto alla progettazione del cambiamento:
    • organizzativo;
    • operativo;
    • culturale tecnologico;
  • formare gli operatori e il Responsabile della Conservazione Digitale;
  • predisporre il manuale della gestione documentale;
  • predisporre il manuale della conservazione digitale;
  • certificare i processi di conservazione digitale dei documenti;
  • fornire consulenza tecnologica per l’adeguamento dei sistemi informatici;
  • fornire le tecnologie di base che abilitano la digitalizzazione.

 

Senza titolo-9

News

Rimani Aggiornato

Vuoi ricevere tutte le novità di Arancia?