In ottemperanza al DM 17 giugno 2014, entro il 30 Aprile 2016 deve essere effettuato il versamento dell’imposta di bollo sui documenti informatici rilevanti ai fini tributari quali libri, registri, fatture elettroniche ecc. relativi all’anno fiscale 2015.

Il versamento va eseguito mediante modello F24 e deve riportare l’imposta di bollo complessivamente dovuta per tutte le fatture elettroniche assoggettate e/o per gli altri documenti rilevanti ai fini tributari relativi all’anno fiscale 2015.

Il modello F24 deve riportare nella Sezione Erario il codice tributo 2501 (“Imposta di bollo su libri, registri ed altri documenti rilevanti ai fini tributari – articolo 6 del decreto 17 giugno 2014”), l’anno di riferimento e l’importo dovuto.

Riguardo alla gestione dei documenti rilevanti ai fini tributari, si segnala che la conservazione digitale di questi ultimi, rispetto alla tradizionale conservazione cartacea, non solo incide sull’efficienza dell’organizzazione e sull’ottimizzazione delle risorse (in termini di spazi occupati dagli archivi cartacei e di tempestività nel recupero dei dati) ma comporta un sensibile risparmio nel pagamento dell’imposta di bollo (oltre che nei costi necessari alla stampa di documenti nativamente digitali).

Infatti, nel caso in cui la contabilità sia tenuta in modalità cartacea è prevista un’imposta di 16€ (32€ per le società di persone; le società cooperative; le società di mutua assicurazione; gli enti non commerciali; le società di capitali sportive dilettantistiche) ogni 100 pagine o frazioni di esse, per i documenti informatici è invece prevista un’imposta di 16€ ogni 2.500 registrazioni o frazioni di esse.

Oltre ad una scelta di carattere economico, non stampare carta superflua è un dovere civile per risparmiare l’ambiente.

Arancia-ICT, conservatore accreditato AgID (Agenzia per l’Italia Digitale) e membro dell’Associazione Nazionale Operatori della Conservazione Digitale (ANORC), offre servizi 2digitali per la Conservazione a norma in CLOUD di ogni tipologia di documenti informatici quali:

  • Documenti fiscali (Libro giornale, registri IVA, ecc.)
  • Documenti amministrativi (Contratti, Delibere, etc.)
  • Documenti sanitari (esami clinici, cartelle cliniche, etc.)
  • Documenti legali

Contattaci per maggiori informazioni.