CONSERVAZIONE PEC, CIÒ CHE DEVI ASSOLUTAMENTE SAPERE.

SE NON HAI ANCORA CHIARITO TUTTI I DUBBI CIRCA GLI OBBLIGHI DI CONSERVAZIONE PEC DEVI ASSOLUTAMENTE LEGGERE QUESTO ARTICOLO.

Digitalenoproblem, si è ormai da tempo affermato come uno dei più importanti operatori per il passaggio e la gestione dell’ Amministrazione Digitale in Italia. Di conseguenza ci troviamo a gestire e risolvere un crescente volume di richieste di informazioni da parte dei nostri clienti. Questo ci permette di misurare giornalmente il livello di consapevolezza circa gli argomenti relativi l’amministrazione digitale da parte di un campione che se pur relativamente ristretto è altamente rappresentativo.
Abbiamo deciso di condividere questo dato, raccolto negli anni, attraverso una serie di brevi articoli con l’intento di dare risposte alle domande che ci vengono poste più frequentemente: in questo primo articolo iniziamo col parlare di PEC e di Conservazione Pec.

SAPEVI CHE LA PEC È OBBLIGATORIA PER TUTTE LE IMPRESE ED I PROFESSIONISTI?

La PEC è ormai obbligatoria per tutti fatta eccezione per i privati cittadini. Diventata uno strumento indispensabile per imprese e professionisti che intendono dialogare in modalità sicura e certificata, sia fra loro che con la Pubblica Amministrazione (PA). La stessa PA ne deve garantire l’attivazione di un numero congruo tale da garantire il corretto dialogo con il cittadino.

SAPEVI CHE UN MESSAGGIO PEC, OPPORTUNAMENTE CONSERVATO HA LO STESSO VALORE LEGALE DI UNA RACCOMANDATA?

La PEC ha lo stesso valore legale di una raccomandata, ma ha anche gli stessi limiti! Infatti, come per le raccomandate con ricevuta di ritorno, la ricevuta di una PEC se opportunamente conservata certifica l’invio di un messaggio mail, ma non il suo contenuto. Praticamente, si dispone della prova di avere inviato una busta elettronica, ma non si ha la prova del testo e degli allegati in essa contenuta.

SAPEVI CHE LA STAMPA DI UN MESSAGGIO PEC E DELLE RELATIVE RICEVUTE NON HA ALCUN VALORE LEGALE?

La stampa di un messaggio PEC e delle relative ricevute, non ha alcun valore legale! Non è una prova dell’invio o ricezione di una determinata comunicazione! Solamente la firma elettronica del gestore di PEC apposta sul messaggio e sulle ricevute ha valore legale. Ma la validità di tale firma è nel file digitale (e non nella sua stampa), e –soprattutto, è limitata a trenta mesi, trascorsi i quali la ricevuta perde di validità legale.

SAPEVI CHE IL TUO GESTORE CONSERVERÀ IL VALORE LEGALE DELLA TUA PEC SOLO PER 30 MESI?

La legge Italiana obbliga i gestori delle Pec alla conservazione del valore legale per i trenta mesi successivi dall’ inizio delle comunicazioni. Trascorsi questi, il file dei LOG (registro informatico delle operazioni relative alle trasmissioni effettuate mediante PEC) che da valore legale alle tue comunicazioni, agli allegati ed alle relative ricevute andrà definitivamente perso. Come ovvia conseguenza della perdita del file dei LOG della casella Pec si perderà la possibilità di poter dimostrare legalmente una avvenuta comunicazione .

C’È UNA SOLUZIONE? COME POSSO ESTENDERE IL VALORE LEGALE DI UN MESSAGGIO PEC AL SUO CONTENUTO ED ALLEGATI? COME POSSO ESTENDERE IL VALORE LEGALE DI QUESTI OLTRE I TRENTA MESI?

conservazione pec

C’è una soluzione ed è semplice, pratica ed economica. Si tratta della Conservazione a norma di mail e Pec

Questo versatile e semplice strumento permette la conservazione a norma delle vostre email ordinarie e della vostra posta elettronica certificata, anche se proveniente da diverse caselle, senza mai perderne il valore legale. La conservazione digitale è l’unico mezzo per garantire la continua disponibilità di una copia non alterabile del messaggio PEC, del suo contenuto, dei suoi allegati e della sua firma. Grazie alla conservazione digitale a norma sarà possibile recuperare anche un messaggio, con relativi allegati, accidentalmente cancellato dalla casella PEC.

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal tuo utilizzo dei loro servizi. Acconsenti ai nostri cookie se continui ad utilizzare il nostro sito web.

Approfondisci Chiudi